fondo.jpeg
Multiverso Edizioni​   

facebook
instagram
logo new 2022
Multiverso Edizioni​   

MULTIVERSO srls

Via Plebiscito 2 - 91026 Mazara del Vallo TP

e-mail:multiverso.edizioni@gmail.com 

 

Copyright Multiverso srls 2020 - All Right Reserved

Informativa sulla privacy 

MULTIVERSO srls - Sede legale e amministrativa Via Guido D'Orso, 91026 MAZARA DEL VALLO TP - C.F. e P.I. 02746030812  

Reg. imprese di Trapani nr. 02746030812 - R.E.A. TP 193985 - PEC: multiversosrls@pec.it 

DANTE E MAZINGER Z Quando un'opera d'arte attraversa il tempo e lo spazio di Martina e Rosalba Giacalone

06-11-2023 18:41

Martina e Rosalba Giacalone

DANTE E MAZINGER Z Quando un'opera d'arte attraversa il tempo e lo spazio di Martina e Rosalba Giacalone

Che cosa hanno in comune Dante Alighieri e Mazinger Z? Assolutamente nulla! verrebbe da dire.Eppure non è così. Il sommo poeta ed il super robot sono

Che cosa hanno in comune Dante Alighieri e Mazinger Z? Assolutamente nulla! verrebbe da dire.

Eppure non è così. Il sommo poeta ed il super robot sono legati da una persona: Go Nagai. 

Il creatore del famoso robot giapponese (sia nella versione cartone animato che in quella a fumetti), infatti, è cresciuto sfogliando una copia della Divina Commedia illustrata da Gustave Doré. Tanto ne è stato colpito ed affascinato che demoni ed atmosfere demoniache, chiaramente ispirate all'Inferno dantesco, hanno impregnato la sua produzione da Devilman a Mazinger , Great Mazinger , Jeeg robot d'acciaio  ed Ufo RobotGrendizer  (Goldrake ), per citare solo i più conosciuti in Italia. 

E c'è di più.  Una delle sue primissime opere (1971), Mao Dante (avete letto bene!), vede tra i protagonisti proprio la reincarnazione del famoso nostro sommo poeta.

Potrebbe bastare. Invece no... 

Nel 1994 Go Nagai disegna in tre volumi Dante Shinkyoku , la sua personale versione manga della Divina Commedia.

La distanza tra le due culture, quella giapponese e quella italiana, la difficoltà, o meglio, l'impossibilità di sintetizzare in un'opera (che pure raggiunge le 600 pagine con oltre 700 tavole) il contesto storico e sociale, la temperie culturale (italiana ed europea) la storia personale di Dante Alighieri, e di renderli fruibili a lettori giapponesi, rendono Dante Shinkyoku  una personalissima versione della Commedia. Essa è resa possibile dall'interiorizzazzione che Nagai ha fatto dell'opera nel corso di tutta la sua vita.

Ma ciò che resta, e resta in primo piano, è il messaggio di Dante: salvare l'umanità dalla dannazione raccontando quanto visto nell'Inferno, nel Purgatorio e nel Paradiso.

E ancora, restano il realismo dantesco che si fa crudo e violento nel tratto preciso di Nagai e la partecipazione emotiva nei confronti dei dannati.

Insomma il nesso così improbabile tra Dante e Mazinger Z ci racconta della potenza della cultura che è capace di varcare i confini del tempo e dello spazio; della forza delle emozioni che sono uguali negli uomini di ogni latitudine.

Ma anche dell'importanza di conoscere ciò che di buono e bello producono gli altri Paesi. 

Quale italiano potrebbe dire di conoscere la più importante opera della letteratura giapponese?

 

20231101_115456-1.jpeg